Ora sei qui >> Libro degli Ospiti
Libro degli Ospiti
Il Libro degli Ospiti è una sorta di diario on-line che ha lo scopo di raccogliere pensieri, dediche, o anche semplici saluti, che gli utenti di Oltris.it hanno voluto regalarci.

E' sufficiente cliccare su "Lascia un messaggio" per lasciarci un ricordo del tuo passaggio in Oltris.it, e contribuire a mantenere vivo questo sito web!


Messaggi presenti: 596 - Pagina 102 di 120
   Messaggio inviato il 15/11/2009 alle ore 22:25:39
Vorrei un vostro parere sul svolgimento di questo tema -Grazie Nell'età dell'adolescenza la timidezza appare come il più grave ostacolo a ottenere la simpatia e l'approvazione di tutti.Tu che tipo di adolescente sei?Timido,impacciato opure sicuro di te?Parla del tuo carattere in una pagina di diario anche con esempi significativi di esperienze che ai vissuto a riguardo - Caro Diario come al solito sono seduta qua sulla mia solita poltrona,a riflettere sulla mia vita a pensare alle diffcoltà che mi stanno ostacolando in questo periodo.Ho imparato che tutto cambia,compresa io,il mio modo di fare,gli amici,gli amori e tutto il resto che può succedere tra il confine dell'infanzia all'adolescenza.Ricordo ancora quando stavo chiusa in casa,quando non uscivo solo perchè avevo paura di nuove conoscenze e di perdere quelle vecchie .Non posso negare di avere ancora timore di sbagliare perchè nella mia vita ho commesso troppi errori ma grazie a quelli più duri ho capito il vero senso della vita diventando più sicura di me.Ci sono momenti in cui vorrei sparire e penso che in fondo è meglio rimanere da soli,fregarsene degli altri e cammiare a testa alta,ma a me questo viene difficile farlo forse perchè mi fermo solo sull'apparenza facendomi condizionare daglialtri.Parlo spesso delle mie emozioni con i miei genitori ma a volte ho l'impressione di non essere capita abbastanza e il più delle volte per niente.Resto per ore chiusa nella mia camera con in mano l'i-pod,le cuffie nelle orecchie ascoltando la musica,perdendomi nei miei pensieri perchè è l'unico modo che ho per allontanarmi dal mondo per poi perdemi altrove,forse in un posto dove posso essere davvero me stessa.Sono giorni che non mi riconosco,quando esco con gli amici è come se vivo un'altra vita completamente diversa da quella reale,Mi sento come una farfalla libera da ogni dificoltà,libera d volare come e dove voglio ma sempre con prudenza.Il contrario mi succede a casa,mi sento insicura e chiusa,dipendente dalla mia famiglia.Sto iniziando a rendermi conto di cosa significhi essere adulto,o almeno cosa vuol dire davvero crescere e la cosa mi spaventa abbastanza ma cerco sempre di vivere ogni giorno come se domani non lo potro piu fare. Ciao ti voglio bene

una quasi codona
   Messaggio inviato il 11/11/2009 alle ore 10:23:35
Bello Oltris, la prima volta che vengo in Carnia passerò a visitarlo, visto anche che ho un amico che vi ha una bella casa.... Vero Giovannino ??

Angelo
   Messaggio inviato il 10/11/2009 alle ore 13:38:25
Domani è San Martino.
San Martino di Tours viene ricordato l'11 novembre, sebbene questa non sia la data della sua morte. Nei primi secoli del cristianesimo, il culto reso ai santi spesso si collegava alla data della depositio nella tomba. Questa data è diventata una festa straordinaria in tutto l'Occidente, grazie alla sua popolare fama di santità e al numero notevole di cristiani che portavano il nome di Martino. Nel Concilio di Macon, era stato deciso che sarebbe stata una festa non lavorativa. La basilica a lui dedicata in Tours, l’edificio religioso francese più grande di quei tempi, fu tradizionale meta di pellegrinaggi medievali. Nel 1562 in seguito alle lotte di religione che insanguinarono la Francia, essa fu messa al sacco dai protestanti e le sue spoglie date alle fiamme, tanto era il suo richiamo simbolico. Durante il periodo della rivoluzione francese la basilica fu demolita quasi completamente; rimasero due torri, ancora oggi visibili. Nel 1884 fu progettata una nuova basilica che fu consacrata nel 1925. Molte chiese in Europa sono dedicate a san Martino. Tra queste Lucca ha dedicato a San Martino il suo Duomo. L'11 novembre i bambini delle Fiandre e delle aree cattoliche della Germania e dell'Austria partecipano a una processione di lanterne. Spesso un uomo vestito come Martino cavalca in testa alla processione. I bambini cantano canzoni sul santo e sulle loro lanterne. Il cibo tradizionale di questo giorno è l'oca. Secondo la leggenda, Martino era riluttante a diventare vescovo, motivo per cui si nascose in una stalla piena di oche; il rumore fatto da queste rivelò però il suo nascondiglio alla gente che lo stava cercando. In anni recenti la processione delle lanterne si è diffusa anche nelle aree protestanti della Germania, nonostante il fatto che la Chiesa protestante non riconosca il culto dei santi. In Italia il culto del Santo che si espleta nel giorno della sua ricorrenza religiosa, è legato alla cosiddetta estate di san Martino la quale si manifesta, in senso meteorologico, all'inizio di novembre, e dà luogo ad alcune tradizionali feste popolari.

Utente anonimo
   Messaggio inviato il 05/11/2009 alle ore 13:51:06
Pensiero....
Le catastrofi e i traumi collettivi sono sempre un'occasione d'oro per riformulare il discorso pubblico: certe parole vanno fuori corso, certe altre schizzano in primo piano e il senso segue a ruota, anche a seconda di chi le pronuncia o le tacita. Mettere in contrapposizione il dolore per le vittime e la denuncia delle responsabilità è un'operazione cinica e bara che si commenta da sé: sono i lutti senza responsabilità quelli che non si elaborano mai e che aprono la pista alla coazione a ripetere, sempre lo stesso delitto e sempre senza colpa.

Utente anonimo
   Messaggio inviato il 05/11/2009 alle ore 07:18:27
PER NON DIMENTICARE.......
il 4 novembre 1918, data che celebra la fine vittoriosa della Prima Guerra Mondiale segna il compimento di quell’ambizioso progetto di Unità Nazionale, iniziato nel lontano 1861, e per il quale molti Italiani in armi hanno sacrificato il bene supremo della vita per un ideale di Patria e di attaccamento al dovere.
Il 4 novembre, è quindi giustamente il Giorno dell’Unità Nazionale e anche Giornata delle Forze Armate, e quest’anno il pensiero e la riflessione che fanno da sfondo a queste celebrazioni sono le missioni e l’impegno che tutti gli uomini e le donne con le stellette profondono quotidianamente in favore della pace, della sicurezza e della stabilità internazionali, in Patria e nei teatri lontani dall’Italia.
In questo giorno di celebrazioni non possiamo e non dobbiamo dimenticare il sacrificio di chi ci ha preceduto e di chi in questi anni, purtroppo anche recentemente e in maniera drammaticamente violenta, ha sacrificato il bene supremo della vita nell’assolvimento del proprio dovere.
Ad essi, alle loro famiglie, ai loro cari va, quindi, il nostro commosso e grato pensiero: il loro doloroso sacrificio deve darci in ogni momento della nostra attività la dimensione e l’orgoglio umani, morali e professionali di ciò che siamo e rappresentiamo.
In questo momento storico in cui molte certezze e valori sembrano essere venuti meno, le Forze Armate continuano ad essere un punto di riferimento per la difesa di quei principi che costituiscono i fondamenti della nostra società e della comunità nazionale.
Con questa certezza e consapevolezza dobbiamo continuare ad agire, pur tra le immancabili difficoltà, nel rispetto del nostro giuramento di fedeltà alla Patria e alle libere Istituzioni, punto di riferimento che non potrà mai tradirci

Utente anonimo

Vai a Pagina:
[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28] [29] [30] [31] [32] [33] [34] [35] [36] [37] [38] [39] [40] [41] [42] [43] [44] [45] [46] [47] [48] [49] [50] [51] [52] [53] [54] [55] [56] [57] [58] [59] [60] [61] [62] [63] [64] [65] [66] [67] [68] [69] [70] [71] [72] [73] [74] [75] [76] [77] [78] [79] [80] [81] [82] [83] [84] [85] [86] [87] [88] [89] [90] [91] [92] [93] [94] [95] [96] [97] [98] [99] [100] [101] [102] [103] [104] [105] [106] [107] [108] [109] [110] [111] [112] [113] [114] [115] [116] [117] [118] [119] [120]

PREVISIONI METEO
Vedi previsioni DETTAGLIATE
METEO NELLE PROSSIME ORE

Vedi previsioni DETTAGLIATE

(fonte: ilMeteo.it)
           

         
Sito web progettato, sviluppato e gestito da BZ Consulting S.r.l.