Ora sei qui >> Libro degli Ospiti
Libro degli Ospiti
Il Libro degli Ospiti è una sorta di diario on-line che ha lo scopo di raccogliere pensieri, dediche, o anche semplici saluti, che gli utenti di Oltris.it hanno voluto regalarci.

E' sufficiente cliccare su "Lascia un messaggio" per lasciarci un ricordo del tuo passaggio in Oltris.it, e contribuire a mantenere vivo questo sito web!


Messaggi presenti: 589 - Pagina 36 di 118
   Messaggio inviato il 03/12/2014 alle ore 15:59:04
Auguri di buone Feste

Per lavoro sono spesso in Turchia ed i mie interlocutori sono tutti mussulmani. Tra di noi c’è un vero rapporto di collaborazione ed amicizia direi fraterno.
Dieci giorni fa, parlavamo a cena del cristianesimo e dell’Islam sinceramente mi sono sentito un po’ impreparato rispetto alla loro coltura religiosa. Ho riflettuto a lungo su quello che ci siamo detti a cena e in sintesi voglio trasmettervi la loro opinione verso di noi cristiani nell'ambito delle feste natalizie. Questi miei interlocutori sono ingegneri che hanno studiato nelle proprie università quindi non sentono l’influenza europeistica e sono credenti .
Loro mi dicono , caro Giovanni , nell'Islam, non solo non è haram, (proibito), ma rappresenta un atto di buona educazione, di condivisione dello spirito di benevolenza, di gentilezza, di rispetto verso i cristiani (fratelli nel Dio unico) e verso il nostro profeta Gesù (pace di lui).
Ciò che sta alla base delle nostre azioni di un fedele musulmano sono le intenzioni.
Se le intenzioni sono benevoli e conformi ad un etica islamica non vi è alcun motivo di porre dei freni e contraccambiare un gesto, come quello degli auguri esempio di Natale che ci faremmo la prossima settimana in occasione di un incontro ad Istanbul , questo lo facciamo e mangiamo assieme il panettone italiano anche se non risulta propriamente una festa della loro fede. Dopotutto, continuano il discorso anche moltissimi cristiani, atei, o altro, si augurano ogni bene in occasione delle festività islamiche.
Ogni persona della terra deve essere pienamente cosciente del cammino spirituale che nell'Islam e restiamo nell' halal, nel lecito, possiamo tranquillamente sederci, festeggiare e mangiare insieme ad amici e parenti cristiani e atei che siano, in quanto le nostre intenzioni sono mosse dalla nostra coscienza e sono rivolte allo star bene, a dar del bene anche con la propria presenza cara a famigliari e amici. Isolarsi non porta a nulla, se non al contrasto. Quindi festeggiamo assieme e vogliamoci bene.
Certo che queste parole ti fanno riflettere molto e ti dicono che nelle persone non deve esistere l’invidia , non ci deve esistere l’ egoismo deve esistere l’amore per gli altri come per noi stessi se potessimo mettere in pratica queste cose forse non ci sarebbero guerre, attentati ed uccisioni di bimbi e donne.
Auguri di Buon Natale a tutti voi

Giovannino Bearzi
   Messaggio inviato il 03/12/2014 alle ore 11:59:56
erudito

Utente anonimo
   Messaggio inviato il 26/11/2014 alle ore 14:47:52
PONTE sul Lumiei tra le frazioni di Oltris/Voltois ed Ampezzo

Finalmente l’opera è stata ultimata e a dire il vero il nuovo restauro è significativo ed intonato bene nell'ambiente.
Complimenti all'Amministrazione Comunale di Ampezzo che in tempi rapidi ha fatto eseguire i lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza del ponte che consistono nell'asportazione superficiale e profonda del calcestruzzo ammalorato, nel trattamento del ferro presente nei pilastri con la malta (sostanza che svolge un effetto barriera contro sali e gas acidi e migliora l’adesione tra i ferri ed il successivo strato di malta), nel ripristino volumetrico del calcestruzzo, del piano viario e delle barriere bordo strada. Rispetto al ponte che noi abbiamo conosciuto è stato dato un restauro significativo , garantendo la viabilità di sempre.
Un po’ alla volta , soldi permettendo si comincia a vedere delle belle cose anche nel nostro Comune.
Continuiamo così

Giovannino Bearzi
   Messaggio inviato il 24/11/2014 alle ore 19:15:38
Rivivere oggi per non perdere il passato

Oltris, è un frazione di Ampezzo ricchissima di storia , di architettura anche se contadina che rischia di perdersi a causa di un progressivo aggravarsi delle situazioni di abbandono sono rimasti in pochi ormai ad abitare , ci sono poche nascite e la gente costretta dal lavoro fuori dal territorio va a lavorare nei centri di vallata.

Non voglio assolutamente pensare che oggi questo causi uno stato d'abbandono che rischia di divenire irreversibile, è difficile che si torni a vivere nelle frazioni, forse dovranno essere prese decisioni che incentivino i ritorni recuperando e salvando parte di ciò che il passato ci ha tramandato e lasciato .

E' importante che le decisioni e gli interventi a rimedio della situazione attuale abbandonino approcci semplicistici che prendono a riferimento elementi poco significativi per lo studio di una serie di problematiche assai complesse, come la sola consistenza demografica, è infatti necessaria un'analisi di ben più ampio respiro che sappia tenere in considerazione sia le relazioni tra le varie componenti che le diverse condizioni geografiche e la diversa disponibilità di risorse economiche e territoriali, centrando così i reali problemi delle comunità, i quali hanno giocato un ruolo rilevante nel determinare l' attuale situazione di abbandono.

Se non si vuole perdere il patrimonio storico-culturale di Oltris come anche Voltois si deve intervenire in modo da ricreare una stabile attività economica almeno nel Comune di Ampezzo che sappia sfruttare in modo innovativo le antiche risorse e peculiarità sia artigianali che gastronomiche.
A Oltris l'edilizia non ha subito modifiche recenti rimanendo integra nelle forme originarie purtroppo però nessuno mette più mano alle case quindi pian piano si deteriorano e spesso cominciano i tetti a cedere sotto le intemperie e la neve e nessuno pensa a fare le riparazioni adeguate, questo non va bene . non va bene perché perdiamo la storia dei nostri avi, l’architettura delle case , le vie che vengono transennate perché pericolosa.

Per evitare di perdere questo prezioso patrimonio sarebbe necessaria una serie di interventi mirati ad incentivare ristrutturazioni rispettose del passato rendendole convenienti rispetto a ristrutturazioni in stile "cittadino”.
Sembra un po’ banale in questi tempi di crisi economica , penso che la Regione potrebbe valorizzare Oltris e Voltois immettendo degli incentivi o contributi alla protezione dell’abitato potrebbe dare evidenti risvolti turistici porterebbe non pochi vantaggi economici correlati a ristrutturazioni intelligenti come una volta

Giovannino Bearzi
   Messaggio inviato il 02/11/2014 alle ore 22:33:00
buina gnot a dotris

Utente anonimo

Vai a Pagina:
[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28] [29] [30] [31] [32] [33] [34] [35] [36] [37] [38] [39] [40] [41] [42] [43] [44] [45] [46] [47] [48] [49] [50] [51] [52] [53] [54] [55] [56] [57] [58] [59] [60] [61] [62] [63] [64] [65] [66] [67] [68] [69] [70] [71] [72] [73] [74] [75] [76] [77] [78] [79] [80] [81] [82] [83] [84] [85] [86] [87] [88] [89] [90] [91] [92] [93] [94] [95] [96] [97] [98] [99] [100] [101] [102] [103] [104] [105] [106] [107] [108] [109] [110] [111] [112] [113] [114] [115] [116] [117] [118]

PREVISIONI METEO
Vedi previsioni DETTAGLIATE
METEO NELLE PROSSIME ORE

Vedi previsioni DETTAGLIATE

(fonte: ilMeteo.it)
           

         
Sito web progettato, sviluppato e gestito da BZ Consulting S.r.l.