Ora sei qui >> Libro degli Ospiti
Libro degli Ospiti
Il Libro degli Ospiti è una sorta di diario on-line che ha lo scopo di raccogliere pensieri, dediche, o anche semplici saluti, che gli utenti di Oltris.it hanno voluto regalarci.

E' sufficiente cliccare su "Lascia un messaggio" per lasciarci un ricordo del tuo passaggio in Oltris.it, e contribuire a mantenere vivo questo sito web!


Messaggi presenti: 629 - Pagina 75 di 126
   Messaggio inviato il 14/10/2012 alle ore 14:32:51
Caro SS, si dice vedi Napoli e poi muori, tu hai visto Oltris per la prima volta il 26 settembre e poi non ci hai fatto sapere le tue impressioni, per favore sono molto curioso e penso che anche tutti i miei compaesani siano in attesa di tue notizie!

Loris

Loris Del Pin
   Messaggio inviato il 25/09/2012 alle ore 13:29:45
Domani vedrò Oltris per la prima volta.
Chissà...

SS
   Messaggio inviato il 15/09/2012 alle ore 17:18:00
saluti a Benedetti Claudio da una cugina acquisita.

Rosanna
   Messaggio inviato il 07/09/2012 alle ore 19:53:52
Qualcuno, almeno per una volta, faccia un esame di coscienza e si ricordi di chi vive in montagna.

Sono veramente allibito di come vanno pegiorando le cose sul territorio montano della Carnia ma direi a questo punto dell’intera montagna friulana. Fa riflettere la trasformazione della montagna, purtroppo in negativo, avvenuta negli ultimi quarant’anni, rendendoci consapevoli di quanto sia mutata la realtà e l’offerta del nostro territorio, impoveritosi esponenzialmente di un offerta turistica, fino a pochi decenni fa, di tutto rispetto, impossibilitata ad adattarsi all’evolversi delle esigenze e delle attese dei sempre meno abituali frequentatori , complice in questi ultimi anni è anche la crisi.
Per contro, la sofferenza dell’attività agricola, divenuta obsoleta alla luce delle nuove norme igieniche, non ha consentito di sfruttare appieno la crescente attenzione dell’opinione pubblica nei confronti di prodotti di provenienza tipica e di produzione biologica. La permanenza e in qualche caso il ritorno di insediamenti famigliari in montagna, non è purtroppo il risultato di uno sviluppo del territorio, ma è spesso la conseguenza della mancanza di alternative praticabili, ora che nemmeno le città di pianura offrono delle garanzie occupazionali e sono gravate da una qualità della vita divenuta difficilmente sostenibile. Eppure anche per i pochi giovani rimasti, dopo che la consuetudine degli anni trascorsi richiedeva di lasciare il paese natio per le abbaglianti offerte della pianura, le cose stanno mutando, e sono diventati l’eccezione coloro che se ne lasciano affascinare, a dimostrazione di come sia in atto una mutazione culturale per la quale nuovi valori si sostituiscono all’imperante mercato consumistico.
Da un certo punto di vista, è quasi miracoloso ma al tempo stesso significativo, che qualcuno si ostini a vivere in una zona che da tempo, non beneficia di un’attenzione che sempre più è orientata ad altre località più blasonate della pianura e del mare, senza che sia dato ascolto e soluzione ad esigenze solamente essenziali, per le quali occorre spesso attendere eventi eccezionali per vederle affrontate. E, fatto ancor più grave, dovendo attenerci quasi totalmente, alle leggi che sono applicate allo stesso modo per i piccoli comuni come per i grandi centri, dopo che una serie di provvedimenti per la montagna, hanno dimostrato i limiti e l’inefficacia di misure redatte a tavolino, sovente slegate dalle reali esigenze delle singole realtà. Eppure non sono finiti gli allarmi. In nome di un presunto controllo della spesa pubblica, aleggia continuamente la riduzione di servizi essenziali, razionalizzati a partire dalle località più marginali: uffici postali, tribunali, ospedali, scuole, trasporti , dopo secoli di autonomia e sostanziale e decorosa auto determinazione, tutti tasselli che sono invece indispensabili per incentivare e potenziare la permanenza dell’uomo e della sua identità, a presidio del territorio stesso.
Questo non vuole essere uno sterile lamento, ma denunciare una situazione, certo non disperata e malgrado tutto di discreto benessere, che potrebbe essere affrontata e fatta rifiorire con un incremento di impegno, attenzione e auto considerazione, vissuta e valutata lungo tutto il periodo dell’anno e non soltanto giudicata nei fine settimana o il mese di agosto : una località risulta piacevole ai turisti innanzi tutto se ci vivono dignitosamente i propri residenti!

Giovannino Bearzi
   Messaggio inviato il 02/09/2012 alle ore 21:17:14
non so quante persone di Oltris leggeranno queste mie parole, pero' se qualcuno le leggera é pregato di riferire ai paesani che ce qualcuno che si ricorda di loro. Ciao a tutti

Benedetti Cludio

Vai a Pagina:
[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28] [29] [30] [31] [32] [33] [34] [35] [36] [37] [38] [39] [40] [41] [42] [43] [44] [45] [46] [47] [48] [49] [50] [51] [52] [53] [54] [55] [56] [57] [58] [59] [60] [61] [62] [63] [64] [65] [66] [67] [68] [69] [70] [71] [72] [73] [74] [75] [76] [77] [78] [79] [80] [81] [82] [83] [84] [85] [86] [87] [88] [89] [90] [91] [92] [93] [94] [95] [96] [97] [98] [99] [100] [101] [102] [103] [104] [105] [106] [107] [108] [109] [110] [111] [112] [113] [114] [115] [116] [117] [118] [119] [120] [121] [122] [123] [124] [125] [126]

PREVISIONI METEO
Vedi previsioni DETTAGLIATE
METEO NELLE PROSSIME ORE

Vedi previsioni DETTAGLIATE

(fonte: ilMeteo.it)
           

         
Sito web progettato, sviluppato e gestito da BZ Consulting S.r.l.