Ora sei qui >> Libro degli Ospiti
Libro degli Ospiti
Il Libro degli Ospiti è una sorta di diario on-line che ha lo scopo di raccogliere pensieri, dediche, o anche semplici saluti, che gli utenti di Oltris.it hanno voluto regalarci.

E' sufficiente cliccare su "Lascia un messaggio" per lasciarci un ricordo del tuo passaggio in Oltris.it, e contribuire a mantenere vivo questo sito web!


Messaggi presenti: 629 - Pagina 82 di 126
   Messaggio inviato il 01/08/2011 alle ore 10:19:57
"E' stato splendido amarti"... (Canzone - V. Rossi)
Ciao dolce Bambolina.

Utente anonimo
   Messaggio inviato il 13/05/2011 alle ore 11:54:03
LA NATURA CHE VI PARLA...........
Salve Genere Umano,sono la NATURA, per la prima volta da quando ho ricevuto il mio eterno incarico dal Creatore, mando un messaggio di avvertimento e di allarme nella speranza che venga accettato.
Io, che vedendoti così fragile al cospetto degli altri animali, ti ho affidato il dono dell’ingegno, del saper progredire imparando, in modo da darti un aiuto per sopravvivere di fronte alle tante avversità del mondo.
Tu, che dagli alti rami della giungla africana, hai avuto il coraggio di poggiare a terra le zampe e affrontare le fiere con astuzia e che hai iniziato a comprendere l’importanza della vita sociale e i mille modi per comunicare con i tuoi simili.
Egli, che ti ha concesso tutto il Suo amore e ti ha fatto evolvere, facendoti divenire diverso da ogni altro Essere presente sulla Terra, regalandoti intelligenza, sensazioni e stati d’animo che in precedenza solo il Divino possedeva.
Noi, che per migliaia di anni abbiamo vissuto in perfetta simbiosi, che ci siamo amati e rispettati nonostante la velocità e l’insistenza delle tue richieste di risorse naturali che aumentavano di secolo in secolo.
Voi, che, con la scoperta del benessere e con il vostro egoismo, vi siete sviluppati freneticamente, vi siete moltiplicati smisuratamente e avete dimenticato il legame primordiale che ci univa. Il deturpamento del mio regno, l’eliminazione della biodiversità e l’alterazione dei fenomeni naturali hanno creato in me una totale sfiducia verso chi si è elevato dal genere animale e ne ha perso il rispetto: voi.
Essi: gli animali, le piante, gli agenti atmosferici, le montagne, i mari…tutti loro, un giorno, cesseranno di subire l’irrispettosa convivenza con l’uomo che, in quel momento, capirà troppo tardi di aver commesso errori ormai incolmabili.
Non preoccupatevi, Esseri Umani: c’è sempre un rimedio anche in situazioni difficili, la corretta strada esiste…basta solo cercarla! Trovatela tra le verdi colline italiane, percorretela lungo le ampie distese della savana, guardatela mentre due cuccioli giocano armoniosamente tra loro, ricordatela tra i leggeri battiti d’ali di una farfalla mentre si posa su un fiore variopinto! In questo modo potrete nuovamente apprezzare ciò che vi circonda, proteggerlo e tramandarlo alle generazioni future. Utilizzate le risorse con parsimonia e abbandonate il desiderio dello sfrenato guadagno economico, sviluppate tecnologie finalizzate al minor spreco possibile ed educate i giovani ad uno sviluppo sostenibile in grado di salvaguardare le altre specie e di far fronte al pericolo inquinamento. Facendo ciò, Uomo e Natura potranno continuare a vivere assieme senza alcun contrasto, così come alle origini della vostra specie. Per quanto riguarda me, mi impegnerò ad aiutarvi nel vostro intento, ma voi dovrete assumervi la responsabilità delle azioni fatte, dovrete rimboccarvi le maniche e ricominciare una nuova era, un nuovo periodo in cui capirete come affrontare i problemi causati oggi e quelli che arriveranno in futuro…buona fortuna, spero che le mie parole non siano solo servite a rubarvi dieci minuti della vostra breve vita.

Giovannino Bearzi
   Messaggio inviato il 10/05/2011 alle ore 14:34:13
Mio padre attenzione di stima.
Sono tanti gli episodi che mi ricordano quanto mio padre fosse una brava persona, sia in famiglia che fuori. E sono tante le persone che ne serbano un ottimo ricordo, tant'è che quando ancora oggi mi capita di parlare di lui con qualcuna di loro, ho la sensazione che il mio petto si gonfi di orgoglio.
Sono state tante, in questi sette anni che sono trascorsi da quando lui se n'è andato, le attestazioni di stima espressemi da chi lo ha conosciuto, ma quella che più mi ha colpito, quella che rimarrà scolpita indelebilmente nella mia memoria fino all'ultimo giorno della mia vita è quella che sto per raccontare.
La mattina del primo aprile di 33 anni ,pronto per andare all’altare per sposarmi , mi prende in disparte nella mia casa dove sono radunati i parenti per andare verso la chiesa e mi dice: Prendi la giornata di oggi con felicità e spera che domani sia ancora migliore,io te lo auguro con tutto il cuore, ogni volta che ai bisogno di me io vi sarò accanto!
Fu in quel momento che lui si fece serio, sgranò gli occhi, voltò lo sguardo verso gli invitati come se fissasse un punto lontano, questo per mascherare le lacrime che sendevono dagli occhi e disse: ti auguro la fortuna più grande di questo mondo, sappi però che la fortuna la stai ottenendo sposando la tua futura moglie.
Rimasi per alcuni istanti di sasso, stupefatto di come mio padre fosse riuscito ad accendere una lampadina nella mia mente .
Quel giorno vuoi perché anche io stavo messo su famiglia, vuoi perché forse anche io sono maturato ho cominciato veramente ad apprezzarlo e ho la consapevolezza che mio padre era stato davvero un grande uomo.

Giovannino Bearzi
   Messaggio inviato il 10/05/2011 alle ore 14:31:25
La pena di morte, è giusta o sbagliata?

Perché queste riflessioni?
Innanzitutto nessuno merita di morire;
Ci sono troppi stati nel mondo che hanno ancora la pena di morte. Stati nel modo civilissimo…..;
Si uccidono persone anche per futili motivi, quali libertà o ancora peggio democrazia;
Questo monito va rivolto sia al singolo cittadino , politico,militare sia agli stati che praticano questo metodo/modello.
Lo Stato deve garantire i diritti fondamentali a ogni suo cittadino. Il diritto alla salute e alla vita, bastano di per se stessi a deprecare la pena capitale.
Di fronte al crimine lo stato deve garantire la sicurezza dei cittadini, pertanto i criminali devono essere messi nella situazione di non nuocere senza che gli altri loro diritti vengano meno. Se poi parliamo di persone non criminali ancora peggio.
La pena di morte legalizza la vendetta della collettività, che a sua volta infonde un tipo di sadismo proprio anche di coloro che delinquono.
Chi si considera cristiano non potrebbe sostenere la pena di morte, senza alcuna eccezione.
I 10 comandamenti e il "porgi l'altra guancia" sono chiarissimi in merito. Eppure moltissimi cristiani confondo la giustizia divina con quella giuridica e dimenticano ,basta guardare la situazione nel civilissimo paese che è l’ USA.
La giustizia può sbagliare e se viene condannato a morte un innocente non è più possibile rimediare.
Non è una punizione perché non da una seconda chance.
I fatti confermano che la pena di morte non riduce il tasso di criminalità.
La soddisfazione che si prova nel veder morire il responsabile della morte di una persona amata è solo momentanea, poiché non serve a restituirci il morto.
La condanna a morte ci da degli individui su cui sfogare la nostra rabbia, tanto da portarci a dimenticare le nostre colpe quotidiane - che possono sembrarci tanto meno gravi da farci autoassolvere dall'accusa di violare le regole.
Se ci sembra giusto che per determinate colpe si paghi con la vita, lentamente si profila ai nostri occhi anche la giustezza della sofferenza che accompagnerebbe il reo alla condanna.
La morte di una persona orrenda non previene la nascita di altre persone ad essa simili.

Giovannino Bearzi
   Messaggio inviato il 10/05/2011 alle ore 14:27:22
Chi dona gli organi ama, il prossimo e la vita .

Tutti gli esseri umani sentono l’esigenza di aiutare chi ha bisogno e chi non ha autosufficienza.
Ogni genitore si prende cura dei propri figli fin dalla nascita e dà loro l’affetto e le cure necessarie per farli crescere con salute e renderli indipendenti.
Anche da adulti ci sono spesso situazioni in cui c’è bisogno di assistenza e solidarietà. Ci sono tanti giovani che si drogano e per uscire da questa brutta esperienza hanno bisogno di affetto e solidarietà non solo della famiglia ma anche dagli altri. Anche gli anziani che spesso vivono soli hanno bisogno di affetto e solidarietà da parte di qualcuno che si occupa di loro.
Ci sono tante persone malate, alcune gravemente, che hanno costante bisogno di assistenza.
Alcune malattie sono, purtroppo, incurabili, altre invece potrebbero essere curate grazie al trapianto degli organi che sostituiscono quelli malati.
La donazione è un gesto di grande solidarietà sia da parte del donatore e sia da parte dei familiari.
Chi dona gli organi non è egoista perché guarda il futuro delle altre persone ed è contento di sapere che anche se lui non c’è più, altre persone vivono con i suoi organi..

Giovannino Bearzi

Vai a Pagina:
[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28] [29] [30] [31] [32] [33] [34] [35] [36] [37] [38] [39] [40] [41] [42] [43] [44] [45] [46] [47] [48] [49] [50] [51] [52] [53] [54] [55] [56] [57] [58] [59] [60] [61] [62] [63] [64] [65] [66] [67] [68] [69] [70] [71] [72] [73] [74] [75] [76] [77] [78] [79] [80] [81] [82] [83] [84] [85] [86] [87] [88] [89] [90] [91] [92] [93] [94] [95] [96] [97] [98] [99] [100] [101] [102] [103] [104] [105] [106] [107] [108] [109] [110] [111] [112] [113] [114] [115] [116] [117] [118] [119] [120] [121] [122] [123] [124] [125] [126]

PREVISIONI METEO
Vedi previsioni DETTAGLIATE
METEO NELLE PROSSIME ORE

Vedi previsioni DETTAGLIATE

(fonte: ilMeteo.it)
           

         
Sito web progettato, sviluppato e gestito da BZ Consulting S.r.l.