Ora sei qui >> Libro degli Ospiti
Libro degli Ospiti
Il Libro degli Ospiti è una sorta di diario on-line che ha lo scopo di raccogliere pensieri, dediche, o anche semplici saluti, che gli utenti di Oltris.it hanno voluto regalarci.

E' sufficiente cliccare su "Lascia un messaggio" per lasciarci un ricordo del tuo passaggio in Oltris.it, e contribuire a mantenere vivo questo sito web!


Messaggi presenti: 621 - Pagina 84 di 125
   Messaggio inviato il 22/02/2011 alle ore 20:31:07
Dotris, viners i torni dopo un poc chi no vignivi...I sai che no tu ti sos ofindut e chi tu sos li chi tu mi spetis...Il GNO PAIS, IL GNO PARADIS, na che mi sinti me stes, na che dut al a il so savor e la so storia. Ti puarti tal gno cur, simpri na chi vadi e no l'è puest al mond plui biel di te.

codul lontan
   Messaggio inviato il 22/02/2011 alle ore 19:36:09
Ci sa dove andremmo a parare.
Il quadro libico è confuso ora dopo ora, oltre a questo altri paesi arabi che si affacciano sul mediterraneo sono in febbrilazione, le notizie delle Tv e dei giornali sono tutte da verificare, ma alcuni punti fermi, certi, ci indicano che il peggio può ancora venire.
Speriamo che gli animi si plachino , speriamo che non ci siano più morti tra la popolazione inerte e speriamo che tutto torni nella normalità .
Al di là dello specifico, dei focolai di rivolta, pur cruciale per un' Italia minacciata sia dall’emergere di una ipotesi islamista ai suoi diretti confini, sia da ondate di clandestini che nessuno si preoccuperà più di contenere, emerge con sempre maggiore chiarezza il mistero di questa immensa rivolta araba. Mai nella storia era avvenuto che in Paesi di fatto così diversi, anche se tutti arabi, popoli in rivolta, con un’unica parola d’ordine ,Dignità, siano riusciti a abbattere in pochi giorni regimi autoritari e feroci che reggevano da oltre 30 anni.
Noi Europei per primi, dobbiamo prenderne atto e prendere delle contromisure, perché rischiamo di esserne non solo coinvolti, ma anche travolti..
Domani sono in partenza per questo mondo, impegni di lavoro mi portano in questi paesi martoriati.
Quando ritorno avrò modo di scrivervi qualcosa di carino.
Con affetto

Giovannino Bearzi
   Messaggio inviato il 17/02/2011 alle ore 13:55:05
Ciao a tutti, sono finita in questo sito digitando "oltris" su google in uno di quei momenti in cui i pensieri frullano cercando un posto tranquillo dove fermarsi un attimo a trovare pace.
Oltris è il paese di origine della famiglia di mio padre, ma non ci vive più nessuno dei parenti, ci sono stata un paio di volte attratta dalla curiosità di scoprire da dove vengo un po' anch'io: sembra di entrare in una favola, le stradine acciottolate, i balconi fioriti e quel profumo di polenta che ho sentito una domenica mattina nella piazzetta.
Volevo solo trovare qualche foto ed invece che bella sorpresa!

Così ho girovagato un po' tra i vari argomenti e poi ho deciso di lasciare un saluto e nel contempo fare una piccola indagine.

In occasione di una delle mie visite ad Oltris, il parroco di Ampezzo mi aveva dato il permesso di curiosare nei registri della parrocchia per scoprire chi erano stati i miei nonni e bisnonni. Ero riuscita a risalire fino ad un certo punto nel passato e ancor più mi si era accesa la curiosità.
Se qualcuno che mi legge avesse avuto la mia stessa curiosità magari potrebbe rispondere a qualche domanda che mi è rimasta in sospeso.

Dunque, riguardo il mio alberello genealogico:
- il mio nonno paterno era Orlando Burba nato il 31/04/1888 da Antonio e Marianna Strazzaboschi, che ebbero altri 5 tra figli e figlie.
- Antonio mio bisnonno era nato il 13/06/1858 da Amedeo (Calì) e Maria Taddio. Questi ebbero un altro figlio Valentino (Boul o Borl) e Petro (Meo)
- Amedeo trisnonno era nato da Antonii (Calì) e Domenica Mainardis il 16/04/1821. Domenica era probabilmente di Teor.

Mi incuriosiscono i soprannomi, qualcuno sà a cosa si riferivano?
Che collegamento c'era con Teor?
Su "I diari di Oltris" di Amelia Burba che raccontano del periodo della prima guerra mondiale, si fa accenno a dei parenti che abitavano a Teor, mio nonno Orlando e suo frtello Alfredo dopo essere rientrati dalla Francia, prima dello scoppio della seconda guerra mondiale, dove erano emigrati si stabilirono a Teor.

A quando risalgono i primi insediamenti di Burba a Oltris? Si sà da dove provenivano?

Grazie a chi vorrà rispondermi.
Mandi

Patrizia
   Messaggio inviato il 15/02/2011 alle ore 07:47:40
Riflessioni sulla famiglia
I bambini hanno le idee chiare,da una ricerca che mi è passata per le mani , letta sul giornale della Lufthansa, è emerso che desiderano un padre “gallo” e non “chioccia” che non travalichi le proprie competenze, mantenendo una diversità e complementarietà con la madre, evitando una confusione di ruoli. Certo che la vita è strana. È un momento storico in cui tutto viene rimesso in discussione. Più che di famiglia, ormai si parla di famiglie: all’ordine del giorno troviamo il riconoscimento delle coppie omosessuali, su cui si scontrano quasi quotidianamente destra e sinistra, cristiani e laici. Vari Paesi già ammettono legalmente questo nuovo tipo di famiglia, e la prossima frontiera, stando al articolo da me letto ,è la legalizzazione dell’incesto, in seguito al caso (raro, va detto )di due fratelli che non si erano mai conosciuti, e che si sono incontrati come due perfetti estranei dopo vent’anni.
E poi, anche nella famiglia ordinaria, sono fluide, per dirla in maniera elegante: mamme che lavorano, papà che lavorano, figli da soli. D’altronde per molti la carriera è un richiamo insopprimibile, e il problema si pone.
In questo bailamme, dove i luminari si scontrano nell’interpretazione delle nuove dinamiche familiari e sociali, sono i bambini a darci un’indicazione illuminante. E cosa ci dicono? Ci dicono che vogliono un papà che faccia il papà, e una mamma che faccia la mamma. Se ne fregano di quel che dicono e scrivono i sociologi, gli psicologi, i politici, i sostenitori delle pari opportunità: vogliono una famiglia “normale”, nel senso più antico, tradizionale, banale, scontato del termine. Sono insensibili ai richiami del progresso, alle evoluzioni politiche, alle contorsioni e ai distinguo dei benpensanti. Vogliono una famiglia. Mamma e papà: non si pongono il problema se potrebbe andar meglio con altre formule. E, in questo contesto terribilmente conservatore vogliono qualcosa di ancora più banale: una mamma che sia mamma, complice, accomodante, capace di mettere una buona parola con il papà quando qualcosa non va. Una mamma che stia con loro, non una mamma manager. E un papà che sia capace di fare il papà, che dia sicurezza ed esempi, un eroe (almeno fino a quando non crescono). Questa è la famiglia che i bambini vorrebbero. Ma tutto quel che è successo non li ha impressionati: i bambini non vogliono una famiglia moderna, piena di effetti speciali, aperta a tutte le prospettive. Vogliono solo una famiglia.

Giovannino Bearzi
   Messaggio inviato il 10/02/2011 alle ore 21:00:17
Di certo è che leggere i tuoi messaggi esalta lo spirito verso un infinito radioso di gioia e tanta felicità

Utente anonimo

Vai a Pagina:
[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10] [11] [12] [13] [14] [15] [16] [17] [18] [19] [20] [21] [22] [23] [24] [25] [26] [27] [28] [29] [30] [31] [32] [33] [34] [35] [36] [37] [38] [39] [40] [41] [42] [43] [44] [45] [46] [47] [48] [49] [50] [51] [52] [53] [54] [55] [56] [57] [58] [59] [60] [61] [62] [63] [64] [65] [66] [67] [68] [69] [70] [71] [72] [73] [74] [75] [76] [77] [78] [79] [80] [81] [82] [83] [84] [85] [86] [87] [88] [89] [90] [91] [92] [93] [94] [95] [96] [97] [98] [99] [100] [101] [102] [103] [104] [105] [106] [107] [108] [109] [110] [111] [112] [113] [114] [115] [116] [117] [118] [119] [120] [121] [122] [123] [124] [125]

PREVISIONI METEO
Vedi previsioni DETTAGLIATE
METEO NELLE PROSSIME ORE

Vedi previsioni DETTAGLIATE

(fonte: ilMeteo.it)
           

         
Sito web progettato, sviluppato e gestito da BZ Consulting S.r.l.